Dopo Nord America ed Europa il Wonderful Wonderful Tour ha fatto tappa in America Latina. Otto i Paesi toccati: Costa Rica, Argentina, Cile, Paraguay, Colombia, Brasile, Perù, ognuno con una data a testa, e Messico, che ne ha avute quattro.

La tradizione del fan guest star sul palco è continuata anche in queste date, nonostante la band abbia suonato soprattutto in festival. Per la prima volta, però, una fan messicana ha avuto l’onore di suonare la chitarra su When you Were Young nella seconda data a Monterrey.

Canzoni di Wonderful Wonderful

Come già detto, la maggior parte delle date latino americane sono state all’interno di festival, e questo ha causato il taglio delle canzoni in scaletta, tranne per il Corona Capital a Guadalajara. La peggio l’hanno avuta proprio le canzoni dell’ultimo album. Solo The Man e Run for Cover sono state sempre suonate, The Calling ha saltato solo la tappa al Lollapalooza Brasil, mentre Wonderul Wonderful, Tyson vs Douglas e Rut hanno fatto la ricomparsa nelle date in Perù e Messico.

Sorprese in setlist

Nonostante le setlist siano state piuttosto standard, c’è stato spazio comunque per qualche sorpresa più o meno aspettata. Bones è stata rispolverata al Lollapalooza Argentina e al festival Asunciónico (era in setlist anche in Colombia ma non è stata suonata), This River Is Wild al Lollapalooza Brasil e Change Your Mind a Lima al posto di Bones, presente nella setlist cartacea, dopo una richiesta arrivata da una persona del pubblico.
La sorpresa maggiore, però, è sicuramente il debutto dal vivo di Just Another Girl, uno dei due singoli promozionali estratti da Direct Hits (l’altro è Shot at the Night), al primo concerto a Monterrey in Messico, poi riproposta anche a Città del Messico e a Guadalajara.

Cover

Non è la prima volta che a causa di problemi vari che colpiscono altre band/artisti durante i festival (problemi di salute, condizioni meterologiche, ecc.) i Killers decidono di coverizzarne una canzone per rendere omaggio a loro e i loro fan. Al Lollapalooza Chile è stata la volta di Liam Gallagher che, colpito da problemi alla voce, ha spinto la band a suonare Wonderwall. Qualche giorno dopo in Brasile, Liam ha voluto ringraziarli uscendo sul palco durante All These Things That I’ve Done, causando prima il panico e poi la gioia negli occhi di Brandon.
Per movimentare un po’ la setlist durante la seconda data a Monterrey, invece, è stata aggiunta la cover di American Girl di Tom Petty, che i Killers avevano debuttato la prima volta all’Austin City Limits dello scorso Ottobre.

Dopo circa due settimane di pausa il tour riprenderà nell’emisfero meridionale per le date in Nuova Zelanda e Australia a partire dal 20 Aprile.

vai alla pagina dei concerti

Condividi