MTV España [20-07-2018]

MTV España incontra Ronnie pochi minuti prima di salire sul palco del Benicàssim Festival per parlare della continua popolarità della band, di come hanno gestito l’assenza di Dave e Mark dal tour, e anche dei loro fan famosi in Spagna.

Siamo qui con Ronnie Vannucci, il batterista dei Killers. È bello riaverti qui a Benicàssim.

È bello essere qui.

L’ultima volta che ci siamo incontrati è stata qui, in questo stesso posto.

Davvero?

Sì. Con tutti i concerti che fate, avrete una confusione di ricordi. Come fate ad affrontare i tour dopo tutti questi anni?

Beh, mi piace ancora suonare per le persone. Spero che anche a loro piaccia che suoniamo per loro. Credo sia semplicemente una cosa scontata da fare per noi. Si fa un album, lo si registra e poi si mostra al mondo quello che si è creato, come una specie di atto celebratorio.

Siete sorpresi di come la vostra popolarità sembri continuare a crescere? Perché siete arrivati in un momento in cui era in atto una rivoluzione rock, c’erano un sacco di band entusiasmanti che stavano dando nuova vita alla musica con chitarre, e voi avete ridato vita alla musica synth-pop con le chitarre. Di tutti i vostri colleghi siete praticamente gli unici che vanno ancora forte e continuano a spingere, attirate queste grandi folle di gente, come nell’incredibile tour da tutto esaurito in Regno Unito dello scorso anno. Come lo spiegate?

Non so come spiegarlo ma sono sicuramente grato e riconoscente di ciò, e mi sento fortunato di avere un lavoro che abbia tanto successo.

Ovviamente tutti sogniamo la vita rock’n’roll ma una delle cose che vi è successa è che Dave Keuning, che è un incredibile chitarrista da vedere suonare dal vivo, ha deciso di allontanarsi dal tour ma di continuare con i Killers come compositore. Anche Stoermer non è più con voi?

Per Mark è lo stesso, quello che hai appena descritto è più quello che farà Mark. Comunque sia entrambi hanno deciso di non venire in tour per seguire altre cose mentre sono a casa.

Come dicevo si può capire che far parte di una band rock’n’roll che va in tour può non essere così bello ed entusiasmante come ci si può immaginare.

C’è un sacco di duro lavoro alle spalle, e non voglio dire che non vogliono essere qui per questo, hanno del validi motivi per non esserci, ma va bene per alcuni, non per tutti.

Esattamente, ma immagino che con questa nuova formazione che avete in tour, deve sembrare come se vi fosse iniettata nuova energia nei concerti, è così?

Un po’ sì. Le persone con cui suoniamo sono bravi musicisti e amici stretti. All’inizio abbiamo tentato di replicare quello che Mark and Dave facevano negli album, cosa molto difficile perché Mark e Dave sono talentuosi e hanno un sound e un modo di suonare che è quasi impossibile da duplicare, quindi abbiamo dovuto accettare le sfumature degli altri e ci stiamo divertendo molto.

Ultima domanda, non abbiamo molto tempo perché state per salire sul palco. Sapete che il Presidente della Spagna è venuto da Madrid per vedervi suonare stasera?

Oh sì, sì, l’ho appena sentito. Fico, e anche io ho speranze presidenziali. Mi piacciono questi suggerimenti nell’area della diplomazia e della politica.

Sai è sempre un terreno instabile quando il rock’n’roll si mischia con la politica ma, non avete solo il presidente come fan importante, anche la Regina Leticia di Spagna è una grande fan, e credo sia venuta a vedervi l’ultima volta che avete suonato a Benicàssim, era nel pubblico in segreto, e abbiamo il sentore che potrebbe essere qui anche oggi.

Speriamo, è una donna simpatica.

L’hai incontrata?

Oh, certo.

Com’è andata?

Beh ci siamo incontrati all’inizio delle superiori. È stato bello, ci siamo solo tenuti per mano, niente di più, eravamo ragazzini

Aggrappiamoci all’illusione di essere ancora ragazzini, i Killers ci fanno sentire come se fossimo tornati a quando vi abbiamo visti per la prima volta a Madrid nel 2008, credo..o no, anche prima.

Sì, credo prima.

Mi ricordo che eravamo tutti così giovani ai tempi.

Anno del Signore 2004, forse.

In un posto piccolissimo e mi ricordo che poi tu, Mark..no Dave stava facendo il dj con un iPod al Vía Láctea mettendo canzoni dei Pet Shop Boys.

Oh, fico

Grazie mille Ronnie, è finito il tempo che avevamo a disposizione. Stammi bene!

Fonte // MTV España

Condividi