Ruolo

Voce
Sintetizzatori
Pianoforte
Basso (solo in For Reasons Unknown)

Data di nascita

21 Giugno 1981

Luogo di nascita

Henderson, Nevada [USA]

Famiglia

Quattro sorelle (Stephanie, Shelly, Amy e April) e un fratello (Shane), tutti più grandi.
Sposato con Tana Mundkowski, tre figli (Ammon, Gunnar, Henry).

Biografia

Brandon Richard Flowers è nato a Henderson (Nevada), città alle porte di Las Vegas, e vi è vissuto fino all’età di 9 anni, quando la famiglia si trasferisce a Nephi, una cittadina di origine mormone nello stato dello Utah.

Nella sua formazione musicale molto influiscono la madre, che gli impartisce lezioni di piano dall’ età di sei anni (dopo che lui trovò, strimpellando il pianoforte di famiglia, le note della sigla di “The young and the restless”, una soap opera seguita assiduamente dalle sorelle e dalla madre stessa), e il fratello, possessore di tanti vinili e cd di Smiths, U2, The Cars, Morrissey, New Order, The Beatles. Brandon ascolta questi vinili di nascosto, finchè non li eredita quando il fratello inizia a comprare cd. Grazie a Shane che lo porta con sè, Brandon assiste anche al suo primo concerto (dei Cure) all’età di 13 anni. In quel periodo il suo gruppo preferito erano i The Cars e la canzone preferita Just What I Needed.

A 16 anni abbandona Nephi e torna a Las Vegas, andando a vivere dalla zia, che abita proprio di fronte ad un certo casinò: il Sam’s Town, situato nella periferia di Las Vegas, a sei miglia dalla Strip.
In quel periodo nei suoi progetti non c’è ancora l’idea di diventare un cantante, quanto piuttosto un golfista professionista, ma il destino ci mette lo zampino quando, all’ultimo anno delle superiori, gli rubano la macchina contenente tutta l’attrezzatura.

Dopo essersi diplomato alla Chaparral High School, torna a vivere a Henderson con una delle sorelle. Lavora prima come pizza express per un ristorante della Strip, e successivamente come fattorino al Gold Coast Hotel e come camiere al Josef’s Brasserie.
Ha anche modo di alimentare quella che ormai è diventata la sua più grande passione, la musica, entrando a far parte di una synth-pop band, i Blush Response, dalla quale viene però abbandonato non tanto perchè si rifiuta di trasferirsi con gli altri componenti a Los Angeles, ma perché aveva dimostrato poca fiducia che il gruppo potesse sfondare.

Nel 2001 infine, dopo aver assistito alle canzoni finali di un concerto degli Oasis, decide di cercare un chitarrista e risponde ad un annuncio di Dave Keuning su un giornale locale, dove dichiarava di voler fondare (od unirsi a) una rock-band, nasce la prima formazione dei The Killers (gli attuali bassista e batterista della band, Mark Stoermer e Ronnie Vannucci, si aggiunsero solo due anni più tardi).

Per quanto riguarda la vita privata, il 2 Agosto 2005 Brandon ha sposato alle Hawaii la sua fidanzata Tana Mundkowski, che frequentava da circa quattro anni. La coppia ha 3 figli, Ammon (14 Luglio 2007), Gunnar (28 Luglio 2009) e Henry (7 Marzo 2011).

Torey Mundkowsky

Strumentazione

Tastiere
  • MicroKorg
  • Clavia Nord Lead II
Supporto Tastiera
  • Multiple support Apex
Sintetizzatori
  • M-Audio Venom
  • Moog Voyager
  • Korg MS20
  • Roland MKS-80
Pedali
  • Pedale digitale per delay Boss DD-3 Digital Delay
  • Pedale per effetti ibanez TS-9 tubescreamer
Microfono
  • Shure SM 58
Kevin Winter

Progetti solisti

Oltre ad album solisti, Brandon ha prestato la sua voce per canzoni di altri artisti e band:

  • Thief In The Choir [Louis XIV]: Brandon compare nei cori di Thief in the Choir, presente in Slick Dogs and Ponies, il terzo album della band californiana di San Diego pubblicato il 29 gennaio 2008. La canzone figura però solo come bonus track nella versione dell’album presente su iTunes USA.
  • Tell Me It’s Not Over [Starsailors]: la versione non ufficiale del singolo, dall’album All The Plans, che vede Brandon alla seconda voce, è stata remixata da Stuart Price e da Brandon stesso. Ha cominciato a circolare nella rete nel Marzo 2009 ed è stata anche trasmessa da alcune emittenti radio (XFM e BBC Radio 1). Il frontman degli Starsailor, James Walsh, ha affermato di aver registrato questa versione in maniera informale con Brandon, dopo che quest’ultimo gli aveva espresso il suo gradimento per la canzone. Il tutto era nato come una sorpresa che gli Starsailor avrebbero voluto fare ai loro fan, ma non ha ricevuto l’approvazione della casa discografica dei Killers e non è quindi mai stata pubblicata ufficialmente
  • The Days [Avicii]: la versione ufficiale ha Robbie Williams alla voce perchè Brandon non è rimasto convinto del progetto
  • Superheated [New Order]: fa parte dell’album Music Complete ed è prodotta da Stuart Price
  • Feels Like Heaven [Steve Angello]: Brandon ha scritto e canta nella canzone del DJ
  • Force Witness [Alex Cameron]: Brandon ha co-scritto e canta nei cori di due canzoni contenute nell’album del cantautore australiano Alex Cameron, Runnin’ Outta Luck e Politics of Love. Nella prima Brandon suona anche chitarra, tastiera e basso

The Desired Effect

Flamingo