The Murder Trilogy è, come dice la parola stessa, un trittico di canzoni che parlano dell’omicidio di una ragazza da parte del fidanzato accecato dalla gelosia.

Le canzoni che la compongono sono, in ordine, Leave the Bourbon on the Shelf, Midnight Show e Jenny Was a Friend of Mine. Mentre queste ultime due canzoni erano state pubblicate in Hot Fuss, Leave the Bourbon on the Shelf è rimasta relegata nel pc di Dave fino a quando la band non ha deciso di riprenderla in mano e pubblicarla in Sawdust.

Dopo averla promessa, averne parlato in varie occasioni prima e dopo la pubblicazione di Hot Fuss, ed aver anche pensato alla realizzazione di un cortometraggio basato sulla trilogia, la canzone sembrava essere finita ormai nel dimenticatoio, almeno per i Killers, mentre i fan continuavano a reclamarla in qualsiasi occasione.
Il 12 Ottobre 2007 è stato il giorno in cui la trilogia ha visto la luce, suonata per la prima volta durante il concerto al 40 Watts Club di Athens, Georgia e introdotta così da Brandon “Abbiamo fatto questa promessa, che avremmo suonato un giorno questa canzone che va a braccetto con altre due canzoni del primo album..credo che stasera sia la sera giusta“.
L’unica altra data in cui è stata suonata per intero è l’11 Novembre 2007 a Sydney.

Leave the Bourbon on the Shelf è come detto la prima parte della trilogia. La canzone parla di una coppia che si lascia e l’unica cosa che importa al ragazzo è tenere la bottiglia di bourbon che hanno comprato. Fino a quando non si accorge che lei ha trovato un altro.
In Midnight Show la gelosia lo acceca e commette l’omicidio strozzando la sua ex.
La polizia però lo cattura e lo interroga e in Jenny Was a Friend of Mine c’è tutta la parte dell’interrogatorio in cui cerca di nascondere quello che ha fatto.

Nei live Brandon molte volte cambia la seconda ripetizione del verso “she couldn’t scream while I held her close” con “she kicked and screamed while I held her throat” (calciava e urlava mentre le stringevo la gola), che assieme a “I took my baby’s breath” da Midnight Show confermano il metodo con cui il protagonista toglie la vita alla sua ex.

Il video

La band aveva già le idee chiare sull’estetica che il video doveva avere, su dove doveva essere girato (il Lago Mead, vicino a Las Vegas) e sulle persone da coinvolgere per la realizzare del video: per la regia i nomi preferiti erano quelli di Anton Corbijn, David Lynch o Micheal Moore; come attore protagonista James Spader, Rob Lowe o Papa Lazarou; per la parte di Jenny, invece, Mischa Barton, Paris Hilton o Kelly Osbourne

La casa discografica aveva anche dato il via libera per realizzare il video, che è stato poi accantonato perchè l’era Hot Fuss era in chiusura e sarebbe quindi stato strano pubblicarlo mentre iniziavano a lavorare al secondo album.