The Des Moines Register [25-11-2008]

Uno dei vantaggi del diventare una rock star è avere l’opportunità di conoscere e collaborare con membri della tua stessa “specie”, compresi gli eroi che veneravi da piccolo.

Dave Keuning, il chitarrista di Pella (Iowa), la cui band di Las Vegas ha raggiunto il successo già circa 4 anni fa, ha raccolto un’impressionante sfilza di incontri con alcuni giganti del rock già solo questo autunno.

All’inizio di questo mese Paul McCartney è andato a salutare i Killers nel backstage dopo il concerto della band alla Royal Albert Hall di Londra.
Era contento, ed è stato gentile“, ci ha detto un entusiasta Keuning la settimana scorsa da New York, dove si trovava per promuovere in TV il terzo e più recente album dei Killers, Day & Age. “Mi ci sono voluti circa dieci secondi per realizzare che ciò che stava succedendo era vero. Poi (McCartney) se n’è andato ed è tornato sorprendendoci con una maschera di Halloween di Alice Cooper. E quella è stata forse la cosa più strana che io abbia mai visto in vita mia“.
Durante la loro permanenza a Londra, Keuning e il resto della band (il cantante e tastierista Brandon Flowers, il bassista Mark Stoermer e il batterista Ronnie Vannucci) hanno anche lavorato a “una collaborazione piuttosto folle” con Elton John e Neil Tennant (dei Pet Shop Boys) per il terzo e annuale singolo natalizio dei Killers, Joseph, Better You Than Me, la cui pubblicazione è attesa per questa settimana.
L’idea è quella di farne uno ogni anno“, dice Keuning di quella che è diventata una tradizione natalizia per la band. “È per beneficenza, e a Brandon piace un sacco scrivere canzoni. Credo che per lui sia solo una scusa per scrivere un altro pezzo“.
Day & Age nel frattempo, è stato pubblicato martedì ed è pronto ad ampliare un pubblico che ha già acquistato 12 milioni di copie in totale di Hot Fuss (del 2004), Sam’s Town (del 2006) e della collezione di b-side Sawdust uscita l’anno scorso. La recensione di Day & Age di Rolling Stone che gli ha assegnato tre stelle e mezzo elogia l’aggiunta di “delicati accenti etnico-pop ai loro inni glitterati in stile New Wave – che si adattano ad una band decisa a conquistare la fama mondiale“.
Tra le 10 nuove canzoni di Day & Age, la melodia più dolorosa per Keuning non comprende i contributi di rock star mentori; la canzone di chiusura dell’album, Goodnight, Travel Well, è stata scritta dopo la morte della madre, Sandy, morta di cancro lo scorso Marzo, all’età di 56 anni.
È dura parlare di quella canzone e in un certo senso è difficile anche ascoltarla, per me” ha detto. “Forse è una delle mie preferite dell’album, anche solo per la musica, indipendentemente dal testo… la musica stessa è la cosa più triste che noi abbiamo mai scritto. Ma alla fine diventa quasi ottimista, e non avevamo mai scritto niente di simile“.
La canzone nacque durante profonde conversazioni tra Keuning e Flowers; anche la madre del cantante ha combattuto un tumore al cervello con chemio e radio terapia quest’anno. Ecco i versi d’apertura della canzone: “The unknown distance to the grave beyond stares back at my grieving frame/ To cast my shadow by the holy sun my spirit moans with a sacred pain“.
All’inizio non ero sicuro di volere che tutto il mondo sapesse di cosa parlava la canzone“, ha detto Keuning, che preferisce tenere le sue canzoni avvolte in un’aura di mistero. “Brandon scrive tutti i testi, e so che ci piace che i testi siano…non amiamo spiegare di cosa parlano le canzoni. Perché penso che dovrebbero essere aperte alle interpretazioni di chi ascolta“.
Penso a mia madre ogni giorno in un momento o un altro. Non è molto giusto…questo è tutto quello che mi sento di dire a riguardo“.

I Killers hanno già inserito cinque canzoni del nuovo album nelle loro regolari scalette, incluso il primo singolo Human e il probabile successore Spaceman.
Questo è un po’ più sontuoso in certi punti e dal punto di vista del sound“, ha detto Keuning riguardo alla generale atmosfera grandiosa dell’album. “Prendendo in prestito una frase che ha detto Brandon, ‘è come guardare Sam’s Town da Marte’. Ho pensato, ‘Ha senso’“.
L’ascesa dei Killers sembra essere stata relativamente rapida: Keuning si è trasferito a Las Vegas dall’Iowa nel 2000. I Killers fecero i loro primi concerti locali nell’agosto del 2002, e l’album di debutto Hot Fuss fu pubblicato nel Giugno del 2004.
Come dice il padre di Keuning, Chuck, di Pella: “Shawn Johnson – lei è straordinaria, ma neanche a Dave è andata tanto male“.

Uno sguardo ai vari ruoli di Keuning:
Padre: Keuning ha un figlio di 3 anni, Kyler. “Sono stato via per circa cinque settimane, ed è stato il periodo più lungo in cui sono stato in viaggio senza vederlo. Ma lo vedrò sabato, e ne sono felice”, ha detto. “Quello del tour promozionale è sempre il periodo più lungo e più indaffarato di ogni ciclo di album durante il quale sto via di casa. Fra un po’ la situazione migliorerà“.
Chitarrista: Un recente articolo di un quotidiano Londinese ha definito Keuning il “chitarrista più disciplinato e con meno consapevolezza di sé della storia del rock“. La sua reazione? “Cerco solo di giocare bene in squadra“, dice. “Non vado lì a dire ‘Hey ragazzi, ho bisogno di più assoli di chitarra’. Dico solo, ‘Ragazzi, questa canzone è fantastica’. Ma ho anch’io un piccolo ego. Sono umano, perdio! Sono sicuro che alcuni miei amici dell’Iowa potrebbero non essere d’accordo con questa affermazione“.
Astronauta: Keuning sta risparmiando soldi per prenotare un volo nello spazio da 250 mila dollari con la Virgin Galactic. “L’unico problema è che non riesco a decidere quando voglio farlo, perché sono esaltato dal fatto che è disponibile già da quest’anno, ma forse preferisco aspettare circa 10 anni“, ha detto. “Si potrà andare ancora più lontano e il prezzo diminuirà…È decisamente nella lista di cose che, cascasse il mondo, voglio fare. Mi piacerebbe tanto vedere la Terra dallo spazio“.
Hawkeye:Tifo ancora per gli Hawkeyes” dice Keuning, che ha frequentato la University of Iowa. “Cerco di guardare le partite quando le mandano in tv, e mi sento un po’ dell’Iowa se mi trovo da qualche parte e faccio il tifo per gli Hawkeyes…A nessuno degli altri componenti della band interessa davvero lo sport. L’unico che ha un po’ di interesse è Mark. Tifa per la squadra di basket della UNLV…per un periodo ha frequentato quell’università. Vinsero il campionato nazionale quando lui era adolescente“.
Investitore: Keuning farà qualche astuto investimento e si ritirerà per godere dei guadagni fatti finora? “Ci penso spesso, e mi rassicura il fatto che sia arrivato ad un punto in cui so che non dovrò mai tornare al mio vecchio lavoro“, ha detto. “Non avrò più bisogno di tornare a lavorare in un negozio Banana Republic. Se questa cosa mi torna in mente mi fa felice anche durante una brutta giornata. Ma il mondo è così imprevedibile, e le prospettive sono così allarmanti che mi viene voglia di risparmiare ogni centesimo che guadagno per l’apocalisse o roba del genere…credo che tutti sperino che la situazione si risolva, ma sempre più persone perdono il lavoro“.
Idolo per i Tedeschi: Keuning ammette di essere un po’ imbarazzato dal fatto che la sua band ha ottenuto enorme successo in Inghilterra ma la Francia rimane un mercato relativamente tiepido. “Speriamo che quest’album sia più di loro gradimento rispetto a quanto lo era stato Sam’s Town“, dice del pubblico francese. Eppure i Killers stanno conquistando con decisione la Germania. “Human sta avendo un grande successo, più grande di quello che ci aspettavamo, in Europa, specialmente in Germania“, ha detto Keuning. “Nelle classifiche tedesche Human ha raggiunto una posizione che nessuna altra nostra canzone ha mai raggiunto“.

Fonte // The Des Moines Register

Condividi