Williams + Hirakawa

In occasione del concerto a Londra del 16 Novembre, Brandon è stato intervistato dal sito inglese di intrattenimento Loaded, affrontando diversi temi fra cui l’attacco terroristico a Parigi e i lavori per il quinto album della band.

Toccando l’argomento dell’attacco terroristico a Parigi dello scorso 14 Novembre, e in particolare durante il concerto degli Eagles of Death Metal al Bataclan, Brandon ha commentato “Alcune delle esperienze più belle delle mia vita sono state durante concerti. Pensare che le persone possano avere paura di andare ad un concerto è una cosa bruttissima. Spero che quello che è successo non cambi il nostro atteggiameno.” Con la voce rotta dall’emozione ha poi continuato “Non sono l’ambiasciatore di tutti i musicisti, e capisco perfettamente quelli che hanno cancellato i propri tour. Quello che è successo è stato straziante. Condivido il dolore delle persone che sono morte. Ma sento che è importante cercare di non avere paura.
I Killers hanno suonato al Bataclan nel 2006 durante il Sam’s Town Tour. “È un posto così bello […] Queste cose colpiscono ancora di più quando capitano in un posto che conosci, e ovviamente quello che è successo sarà nei miei pensieri stasera prima del concerto. Ma cercare di andare avanti è, credo, quello che tutto il mondo vuole fare.

Passando a parlare delle band, Brandon ha rivelato che lavoreranno di nuovo con Flood e Alan Moulder, con cui avevano realizzato Sam’s Town.
Flood mi ha chiesto ‘Che Killers sarete stavolta?’ Gli ho risposto che forse c’è un lato dei Killers che non siamo ancora mai stati. È una cosa entusiasmante. Quello che voglio fare è prendere l’esperienza dei più di mille concerti che abbiamo fatto e mescolarla con l’entusiasmo che avevamo quando abbiamo registrato il nostro primo album.

Una canzone in fase già avanzata sembrerebbe essere Look Alive, che parla di un soldato sofferente di disturbo da stress post traumatico.

Potete trovare l’intera intervista a questo link.

Grazie a The Killers News

Condividi