Skip to main content

The Beijinger [18-01-2010]

Quando a Novembre qualcuno ci disse che i Killers sarebbero venuti a suonare a Beijing il 26 Gennaio, uno dei nostri editori ha iniziato a cantare “Somebody told me, you’re coming to Beijing, I don’t believe it” (Qualcuno mi ha detto, che verrai a Beijing, io non ci credo..) ed abbiamo concordato con lui nonostante la sua mancanza di abilità canore. Negli ultimi mesi tanta gente continuava a dirci che era vero, ma ancora non ne eravamo pienamente convinti, anche dopo questa serie di domande e risposte con il batterista del gruppo Ronnie Vannucci. Ma se siete persone che hanno occhi, probabilmente avrete visto i poster pubblicitari del concerto alle fermate degli autobus, sul mega-schermo al The Village, nelle edicole, ristoranti, bar, sono dappertutto.

Sto ascoltando la registrazione live alla Royal Albert Hall. Cosa ha reso questo concerto talmente speciale da farne un DVD e CD?
È sempre un tormento quando qualcosa viene registrato. Cavolo, con la tecnologia di oggi e YouTube, Youku, niente è sacro.

Dicci qualcosa della vostra cover di Hotel California.
È stata una collaborazione tra Buena Vista Social Club e The Killers per aiutare a dare una sistemata al pianeta terra.

Il nome della band ha qualcosa a che vedere con il racconto breve “The Killers” di Ernest Hemingway o sto solo facendo il sapientone parlandone?
Stai facendo il sapientone. Mi piace comunque..e il libro non è neanche male. Odio le letture lunghe. Abbiamo rubato il nome ai New Order.

Fa parte del lavoro dei Killers scrivere per ogni album delle canzoni radiofoniche come Somebody Told Me?
Non ci aspettavamo che fosse in radio in quel modo. Oggi è una cosa veramente difficile e incerta.

I Killers hanno iniziato con l’essere più famosi in UK che nella loro patria, perché pensi sia stato così?
Siamo stati in tour in UK per prima cosa, quindi ha senso che il tutto sia iniziato da lì. E in UK ancora piacciono le buone canzoni, il che aiuta.

Springsteen è un eroe per la band?
È certamente un’influenza. Vai a vederlo dal vivo. Ha sessanta anni e da una pista a tutti.

Dicci qualcosa di nuovo su Las Vegas oltre ai casinò, gli spettacoli e i divorzi.
Fuori Las Vegas è bellissimo. Ci sono laghi, dune di sabbia, una foresta, cavalli selvaggi, neve…Natura! Quasi l’opposto della Vegas che la gente conosce.

Nomina 3 cose della Musica Cinese che ti vengono in mente (…Ppfff…questa ti evita la risposta sul cibo..oppure no)
Grazie a Dio per Yo-Yo Ma, eh?

Cosa si può aspettare Beijing dal concerto?
Speriamo che la gente resti soddisfatta dal concerto e se ne vada con un buon ricordo. Non vediamo l’ora di condividere insieme quel tempo.

Che cosa vi aspettate da Beijing?
Cerchiamo di non aspettarci niente dal pubblico. Siamo noi quelli sul palco, qualsiasi aspettativa dovrebbe essere su di noi, non il contrario. Il pubblico paga, siamo noi a dover darci da fare.

Fonte // The Beijinger

Condividi