Elle UK [10-2012]

Il carismatico frontman parla del suo stile che cambia, del prendere lezioni di canto e del ritorno dei Killers.

Non ci può essere una lettrice di ELLE che, in un certo momento degli ultimi dieci anni, non si è ritrovata ad un festival/club/discoteca in un salotto – con un bicchiere in mano – a cantare a squarciagola “I’ve got soul, but I’m not a soldier. Woo-ooo”. L’uomo da ringraziare per quei gioiosi momenti è Brandon Flowers, frontman molto ammirato dei Killers, che ha creato album – Hot Fuss, Sam’s Town e Day & Age, assieme a quello solista, Flamingo – che hanno venduto milioni di copie. Con una persona che sul palco trasuda carisma, è facile vedere l’influenza dei tempi in cui ha lavorato a Las Vegas, dall’età di 18 anni finché ha iniziato ad andare in tour con i Killers, incluso un posto da cameriere al Caesars Palace.
Fuori dal palco, la star trentunenne è pittuttosto diversa; tranquillo, allegro, pensieroso. E porta buone notizie – un nuovo album dei Killers. Che, possiamo dirvi in via confidenziale, è assolutamente perfetto per stare-in-un-campo-cantando-a-squarciagola-con-i-vostri-amici.

ELLE: Il vostro quarto album – niente pressione, no?
Brandon Flowers: Sono davvero contento che sia quasi finita. L’album è davvero all’altezza del suo nome, Battle Born. Le aspettative sembrano aumentare ogni album che passa. Le cose non diventano più facili – vuoi meritarti quello che sei riuscito a raggiungere. E’ la cosa più difficile che abbia fatto.

ELLE: Come mai è così?
BF: Ci ho messo molto a scrivere i testi; non vengono facilmente. Sto ancora lavorando ad una canzone, quindi non è ancora finito. Ho dato tutto, avevo uno strano desiderio di fare quest’album – è stato un po’ strano. Non mi ero sentito così da quando avevamo fatto il nostro primo album.

ELLE: Che succederebbe se non aveste lo stesso successo che avete avuto finora?
BF: Sono sempre preoccupato che le persone possano essere passate a sentire altro, che sia successo qualcosa che ci abbia resi obsoleti, ma credo che andrà bene. Tutto questo è successo così in fretta che è sempre molto difficile per noi da capire. C’è una creatura in un angolo della mente che ti ti dice che è quasi impossibile. È una cosa da pazzi che sia successo tutto questo.

ELLE: Come sei riuscito a bloccare quella voce?
BF: Ho sempre continuato ad andare avanti. Siamo stati fortunati ad avere le nostre canzoni senza troppo sforzo, non abbiamo dovute farne una dietro l’altra per anni.

ELLE: Deve essersi trattato di qualcosa di più che mera fortuna…
BF: (Arrossisce) Credo che siamo speciali. È strano perché sembra che le persone debbano per forza accigliarsi se diciamo che abbiamo talento, ma i nostri batterista, bassista e chitarrista sono tra i migliori.

ELLE: Sei solo tu allora che deludi?
BF: (Ride) Si.

ELLE: Le lettrici potrebbero essere sorprese nel sapere che di recente hai preso lezioni di canto…
BF: Si, voglio essere più forte. Ho sentito che la voce dell’uomo non è matura finché non si raggiungono i 33 anni, e io ci sono quasi arrivato, quindi ho pensato, “Potresti anche esercitarla un po’”.

ELLE: Sei un perfezionista?
BF: Un po’. Voglio sempre fare le cose al meglio delle mie possibilità. Abbiamo sempre parlato del fatto di voler puntare in alto; quindi lavorare sulla mia voce aveva senso. Sento davvero che stiamo migliorando. Voglio lasciare la mia impronta in questo decennio.

ELLE: Come ci si sente a sentire 50.000 persone che urlano le parole di Mr Brightside.
BF: Mi esalto ancora quando Dave (Keuning, il chitarrista) da fuoco a quella canzone. Sono ancora nervoso prima di cantarla, ma sono in grado di trasformare il tutto in energia – è una cosa fisica, a volte mi sento come un atleta.

ELLE: Ti sei mai dimenticato le parole?
BF: No – quelle parole sono parte del mio DNA. Le canto da 10 anni!

ELLE: in questi giorni sei completamente rasato, ma rivedremo mai il ritorno dei baffi?
BF: I baffi ritorneranno quando saranno pronti. Date loro del tempo perché guariscano e magari per diventare più folti.

ELLE: Il nuovo look è stata una scelta conscia per il nuovo album?
BF: Sono stato sempre alla ricerca del mio aspetto. Vorrei trovare una cosa e adottarla per sempre. Mi avvicino ogni anni di più.

ELLE: Sei conosciuto per le tue scelte di moda. Quanto è importante per te un buon aspetto?
BF: Se mi sento confidente del mio aspetto, posso essere più esplosivo sul palco.

ELLE: Chi, per te, è sempre incredibile?
BF: Mia moglie, Tana si è rasata i capelli di recente for St. Baldrick’s [una società di beneficenza contro il cancro] ed è comunque bellissima. Sta bene in qualsiasi modo.

ELLE: Qual è la cosa a cui tieni di più nel tuo guardaroba?
BF: Ho una giacca denim di Alexander McQueen che indosso da sei anni – è sempre più bella ogni volta che la indosso.

Condividi