ALT 105.3 [28-05-2020]

Brandon Flowers dei Killers ha parlato con Dallas questa settimana, alla vigilia della data di pubblicazione originale (il 29 Maggio) del prossimo album della band, Imploding The Mirage, sulla riapertura di Las Vegas, città natale della band, la canzone di apertura del nuovo album e molto altro.

Qui nella Bay Area stiamo lottando contro un’ondata di caldo, mentre a Las Vegas oggi, un posto con cui sei molto familiare, ci sono 42°C. Quali sono i tuoi consigli per resistere al caldo?

Non c’è molto altro da fare se non rimanere dentro casa. Da piccoli si è abituati. Sono quasi nostalgico quando sono lì, ma avere figli mi ha riportato in mente i “non puoi andare sullo scivolo perché ti brucerai le gambe!” Inizi a ricordarti queste cose e pensi subito “ah, già.” Non avevamo una piscina quindi giocavamo molto con la pompa dell’acqua nel giardino di fronte alla casa. A parte questo non ho altri consigli se non di fornirsi di una pompa.

Davvero, meglio evitare quegli scivoli di metallo durante l’estate. Rimanendo a Las Vegas, il governatore del Nevada ha annunciato che i casinò potranno riaprire il 4 Giugno. Credi che sia una buona idea?

Mi sembra un po’ prematuro. Dipende da quante persone si presenteranno, ma non sono un dottore. Starei attento. È una situazione folle, le persone devono adattarsi a tornare alla normalità e stanno cercando di capire come fare.

Ovviamente voi avevate grandi piani per il 2020 e questa settimana ci sarebbe dovuta essere la pubblicazione di Imploding The Mirage. Mentre ne attendiamo l’uscita, puoi dirci qualcosa in più sulla canzone di apertura dell’album, una che sembra essere molto importante per te, My Own Soul’s Warning. All’inizio abbiamo visto che la prima traccia sarebbe dovuta essere la canzone omonima dell’album, che invece adesso lo chiude.

Prima che My Own Soul’s Warning fosse scritta, era ovvio per tutti che la prima canzone dell’album sarebbe stata Imploding The Mirage, ma poi le carte in tavola sono cambiate. Quando è arrivata è stata come un bulldozer. Si è presa quel primo posto.

My Own Soul’s Warning stabilisce il tono del resto dell’album?

Sì, dal punto di vista spirituale e sonico rappresenta il resto delle canzoni, ma ha un suo universo. Siamo davvero entusiasti di quella canzone.

Quando tornerete sul palco, c’è una canzone che senti sarà quella che aprirà il concerto? Quando è uscito Wonderful Wonderful solitamente era The Man.

Sì, è My Own Soul’s Warning. Ha tutte le caratteristiche giuste per me e mi fa sentire come tutta la musica che mi emozionava quando ho iniziato ad innamorarmi della musica. Durante questi anni è una sensazione che inseguo con le mie canzoni, farmi sentire di nuovo quella emozione. È difficile farlo con le proprie canzoni, ma My Own Soul’s Warning ci è riuscita. Di solito quando ciò succede anche le altre persone hanno la stessa reazione, e non vedo l’ora che venga presentata al mondo. Spero di non pomparla troppo.

Parlando di canzoni con cui avete aperto i concerti, l’ultima volta che vi ho visti di recente al BottleRock Napa del 2018 avete aperto con Mr Brightside. L’avete fatto un po’ di volte quell’estate. Che ragionamento avete fatto per pensare di iniziare il vostro set con quella canzone?

A volte è solo per divertimento. È anche una specie di sfida. È diventata una cosa così onnipresente e pazza. Ha una sua vita. È un po’ togliersela dal pensiero e voler dimostrare che possiamo ancora fare spettacolo per un’altra ora e mezza dopo. È divertente farlo.

Mi hanno inviato una domanda su Twitter per chiederti qual è la probabilità che farete set da 3 ore in futuro?

Si basa tutto sulla genetica e la mia voce e quello che posso fare. Sono felice di fare concerti. Prima arriviamo a due ore! Dipende tutto da quanti concerti ci sono in una settimana. Dipende da molti fattori. Ci sono poche persone che riescono a tenere il tuo interesse così a lungo quindi spero che entro i prossimi due album potremo arrivare al punto in cui raggiungeremo le due ore, magari due e mezzo.

Bene, non vedo l’ora di vedervi di nuovo sul palco e ascoltare My Own Soul’s Warning e Caution dal vivo. Sentitevi liberi di portare Lindsey Buckingham con voi per quest’ultima.

Anche noi non vediamo l’ora. Ovviamente chiederemo a Lindsey ogni volta che saremo nell’area di Los Angeles. Sarebbe un bel regalo.

Fonte // ALT 105.3

Condividi