Skip to main content

Dopo le prove generali per il ritorno su un palco vero e proprio grazie alla versione virtuale del festival australiano Splendour XR di fine Luglio, la band ha suonato il primo concerto ‘post-COVID’ a New York il 19 Agosto.

Non senza regole stringenti per l’accesso al Terminal 5 (certificato di vaccinazione e test negativo), un pubblico di circa 3000 persone ha potuto assistere al concerto che ha riaccolto sul palco anche Dave.

“Tutti i componenti della band sono risultati estremamente positivi al rock and roll,” così sono stati introdotti sul palco.

A rompere il ghiaccio è stata Dying Breed, che aveva debuttato live allo Splendour XR ma viene qui suonata per la prima volta di fronte ad un pubblico vero e proprio, così come Blowback e Caution da Imploding the Mirage.

A parte le canzoni dai vecchi album, due da Pressure Machine sono state suonate live per la prima volta: Sleepwalker e In the Car Outside.

Vai alla pagina speciale

Due giorni dopo i Killers erano fra gli ospiti del We Love NYC: The Homecoming Concert, concerto organizzato durante una settimana di eventi con cui la città di New York voleva celebrare la riapertura post-COVID. Le cose non sono andate, però, come da programma, dato che il brutto tempo che pre annunciava l’arrivo dell’uragano Henri ha costretto gli organizzatori ad interrompere il tutto.

La band però non si è lasciata scoraggiare ed ha improvvisato una sessione acustica nel loro camerino.

Vai alla pagina speciale

I prossimi concerti in programma sono previsti per settembre, con due festival (il Firefly in Delaware e il Sandjam in Florida) e date singole in una decina di città della costa orientale degli Stati Uniti.
In alcune interviste è stato anche anticipato che il tour in Australia e Nuova Zelanda è tentativamente previsto per Marzo del 2022, ma ancora nessuna data è stata confermata.

Condividi